Dolori fantasma e neuroplasticità

Per quasi tutte le nostre vite siamo inconsapevolmente consapevoli dei nostri arti: i nostri corpi. Questo non significa che non ci siano, sono completamente lì e noi li diamo per scontati. Se qualcuno perde un arto, può sperimentare qualcosa chiamato dolore fantasma. L’arto ha lasciato un’impressione duratura nel nostro cervello e questi individui ora possono ancora sentire gli arti come se fossero ancora lì.

Le routine e le abitudini che abbiamo formato nelle nostre vite hanno lasciato un’impronta fisica nelle nostre menti. Ecco perché cambiare la nostra vita è così difficile. Le relazioni che abbiamo con gli altri, le relazioni che abbiamo con noi stessi, le nostre carriere professionali, le nostre attività, ecc. Hanno tutte routine o abitudini che si sono formate con ognuna di queste. A volte possiamo passare inconsciamente queste routine perché ci sono familiari e le abbiamo ripetute molte volte prima e, di conseguenza, sono diventate “cablate” nel nostro cervello in modo da non dover necessariamente pensare a loro.

Quindi, il nostro stile di vita attuale ha fatto letteralmente un’impressione duratura nella nostra mente. Sollevo dolori fantasma perché i nostri arti hanno lasciato un’impressione duratura nel cervello di tutti e possiamo saperlo a causa dei dolori / sentimenti / sensazioni che le persone che li hanno persi provano.

Per creare un cambiamento nella nostra vita è difficile perché dobbiamo letteralmente forgiare nuove impressioni e connessioni nel cervello mentre la nostra mente e il nostro corpo vogliono solo fare ciò che “normalmente” facciamo.

Quindi per fare il cambiamento continueremo a “sentire” il nostro vecchio io, le nostre vecchie abitudini e abitudini. I nostri vecchi modi sono così profondamente radicati nel nostro subconscio che andare contro ciò che è familiare e comodo è ciò che crea una sfida per noi. Proprio come perdere un arto cambierà il modo in cui viviamo la nostra vita, dovremo adattarci. La differenza tra perdere un arto e cercare di cambiare la tua vita è che quando hai perso un arto non sta tornando così per necessità dovrai cambiare il modo in cui vivi; non hai scelta. Con il cambiamento della tua vita per migliorare te stesso, puoi tornare ai tuoi vecchi modi in qualsiasi momento attraverso la scelta o i trigger che ti riportano indietro.

Tuttavia, esiste il concetto di neuroplasticità, che ci dà speranza. La vecchia visione del nostro cervello era che erano letteralmente “cablati”; che le connessioni esistenti nel nostro cervello non potrebbero mai cambiare. Ora capiamo il nostro cervello in modo diverso e hanno la capacità di cambiare. Le connessioni esistenti nel nostro cervello attualmente possono cambiare in qualsiasi momento e in ogni momento.

Quindi c’è speranza, possiamo “ricollegare” il nostro cervello, tuttavia, la sfida è che dovremo lavorare contro il modo in cui è già cablato in base alle nostre abitudini e routine attuali.

Come sempre, sforzati di ottimizzare!

Mike