I 3 principali motivi per cui i VC non investono in designer

Originariamente pubblicato su FashInvest.com

In qualità di direttore delle operazioni del fondo di venture capital, Innovation Ventures, una consociata di Innovation Capital Advisors, la società madre di FashInvest. Ho lavorato in un ufficio inondato di chiamate ed e-mail di stilisti di tutto il mondo che ci lanciavano la speranza che potessimo investire nei loro marchi. Chiediamo loro quale sia il loro vantaggio competitivo e molti di loro dicono “il nostro marchio”.

La nostra risposta immediata è: “Che cos’è?”

Un marchio in genere non ha valore nelle sue fasi iniziali. La ragione di ciò è che un marchio è semplicemente un valore economico percepito da una particolare base di consumatori e la maggior parte delle startup non ha una base di consumatori abbastanza ampia da giustificare quel valore economico. Inoltre, costruire un marchio da zero è di solito molto costoso.

Ecco un elenco di motivi per cui i venture capitalist non investono in designer, perché voglio aiutare i designer a comprendere il modello di business di un’impresa di venture capital e non prenderlo sul personale quando un investitore dice di no.

Nessuna proprietà intellettuale

Le start-up sono ovviamente uno sforzo rischioso e il ruolo principale di un investitore è ridurre il rischio il più possibile. Un modo per aiutare a ridurre il rischio è quello di investire in società che hanno un forte IP, come ad esempio i brevetti. Questo dà all’investitore più fiducia nel sapere che hai qualcosa di valore e che non può essere duplicato o acquistato, il che aumenta la barriera d’ingresso e diminuisce la concorrenza. Pensa a Keurig Coffee e ai loro filtro brevettato . La moda è considerata un’industria a basso livello di proprietà intellettuale insieme a mobili, profumi e prodotti alimentari tra gli altri settori non basati su un concetto tecnologico. Le aziende tecnologiche di solito ricevono la massima attenzione dai VC a causa del loro elevato potenziale per un rapido ritorno sugli investimenti.

Brain Thinkers

Kanye West ha recentemente visitato la Silicon Valley, in California, per presentare la sua startup DONDA agli investitori, ma non ha avuto successo principalmente perché è un pensatore del cervello giusto. La giornalista di ValleyWag Nitasha Tiko fornisce una ragione più specifica.

“Se vedi il suo comportamento, è così irregolare, non è concentrato e un po ‘dappertutto”, dice del tono di West.

Ciò non fa sentire un VC a suo agio nell’investire in lui. I pensatori del cervello destro sono in genere individui molto creativi, ma possono essere leggermente disorganizzati, emotivi e lottare articolando la loro visione in un minuto, il tipico periodo di tempo impiegato da un investitore per rimanere incuriosito dalla tua idea. Come parte del team di Innovation, ho dovuto uscire e trovare affari e nella mia esperienza entro tre o quattro minuti parlando con un imprenditore, un tipico investitore sa se vuole fare la due diligence e investire nel tuo concetto o calci al marciapiede.

Dall’altro lato, i pensatori del cervello sinistro sono più concentrati, ben organizzati e analitici. La maggior parte delle persone è una miscela tra i due e gli altri possono sporgersi più da un lato rispetto all’altro. Questo non vuol dire che uno sia migliore dell’altro, ma nel contesto dato della gestione di un’azienda, è un po ‘più facile lavorare con un cervello sinistro, ma perché?

Come investitore investiamo in una persona che spera di ottenere un rendimento piacevole in un determinato periodo di tempo. Non è confortante se hai una persona che non persegue i propri obiettivi, è disorganizzata, emotivamente instabile o la peggiore, molto imprevedibile. Ancora una volta, come investitore vogliamo ridurre il rischio e Kanye West è un esempio di un pensatore del cervello destro ad alto rischio che un investitore probabilmente sente di non fidarsi, a causa del suo comportamento pubblico.

Mancanza di conoscenza del rischio

Come designer devi comprendere il modello di business di un’azienda di VC. Guadagniamo uscendo o in parole povere, vendendo le società in cui abbiamo investito entro 3-5 anni dal nostro investimento iniziale.

Vogliamo vedere gli imprenditori costruire prima i loro marchi, e quindi chiedere investimenti anziché desiderare un investimento per costruire il loro marchio, ovviamente ci sono aziende che hanno raccolto fondi per costruire il loro marchio, ma non è la norma. Come ho detto prima, costruire un marchio è costoso. Le operazioni a capitale efficiente con il potenziale di generare rendimenti elevati sono le offerte migliori.

Inoltre, la prova della trazione della domanda – vendite, utenti, traffico web e simili, sono vitali, perché una buona idea o un buon prodotto non sono abbastanza buoni, è necessario un mercato. Quando stai lanciando un video, una visione può essere facilmente persa con una presentazione scadente. Ecco perché un deck efficace è importante, poiché è molto probabilmente la prima cosa che un investitore vede e usa per fare un’impressione sulla tua azienda.

Quando parli dell’importo che stai raccogliendo, capisci che ogni impresa ha un importo minimo e massimo in cui investono, quindi coinvolgi solo le aziende che corrispondono al tuo profilo. Perderai il tuo tempo e il nostro abbaiando l’albero sbagliato. Infine, circondati di un team in grado di eseguire e non di appaltatori retribuiti, hai bisogno di persone impegnate nella tua visione dell’azienda e non nella busta paga.

Ci sono molte altre ragioni che non ho menzionato in questo articolo, ma la morale della storia è come investitori, ci piacciono i prodotti che risolvono enormi problemi, più grande è, meglio è. In questo modo la società può ridimensionarsi rapidamente e si spera possa essere venduta con un alto rendimento in pochi anni.

Quali sono i tuoi pensieri? Raccontaci la tua esperienza con gli investitori qui sotto o condividi le tue opinioni sui punti menzionati qui. Spero che la tua esperienza possa aiutare un altro collega imprenditore.

Inizialmente l’ho pubblicato su FashInvest.com