Impegnarsi per il corpo ideale – Parte III

Questa è la parte III della serie. Se non hai letto le parti I e II, puoi leggerle qui e qui.

Credito di immagine – https://www.vox.com/2015/8/4/9091093/walking-versus-running

A questo punto mi sono considerato sano e in forma. Potrei correre un 5K con facilità. Potrei fare flessioni ingannate con una mano. Sapevo che avrei continuato a correre / correre insieme ai movimenti del peso corporeo. Tuttavia, avrei incontrato un ostacolo abbastanza presto.

Durante uno stage, ho iniziato a giocare a Badminton. Molto presto sono diventato molto bravo. Allo stesso tempo, non ho smesso di correre e movimenti del peso corporeo. Mi svegliavo ogni mattina e facevo jogging sulla strada di fronte alla casa. Per qualche ragione, le mie ginocchia hanno iniziato a farmi male da tutti gli sprint. Apparentemente l’asfalto non era molto amichevole con loro e non avevo neanche delle ottime scarpe da corsa. Ho provato a correre sull’erba per un po ‘; ma il dolore ha rifiutato di andare via.

Il dottore che ho visto mi ha detto di smettere di correre completamente. Ero confuso e triste allo stesso tempo. Non sapevo nient’altro sul fitness. Mio padre era stato un grande corridore di lunga distanza ma le mie ginocchia mi avevano tradito nel pieno della mia giovinezza.

Sorrido quando ripenso a quei tempi. Il fatto è che odio correre e lo eviterei come la peste se potessi. Non fa nulla per me. Molte cose sono cambiate da allora e la corsa ha perso il suo posto nella mia routine. Da allora, ho sempre avuto un rapporto di odio-amore con la corsa.

Non è che mi licenzi completamente. Ho giocato a calcio (calcio), che comporta anche molta corsa e sprint. Tuttavia, le mie ginocchia non mi hanno dato troppi problemi mentre giocavo a calcio. Immagino che l’euforia di praticare uno sport tanto esaltante quanto il calcio abbia intorpidito il dolore alle ginocchia.

Per un breve periodo sono anche entrato a far parte di un gruppo in esecuzione che si allenava per mezze maratone e maratone. Ricordo di aver corso con loro di tanto in tanto per distanze fino a 6 miglia. Questa era una corsa a bassa intensità e non era così faticosa come lo sprint.

A un certo punto sono diventato così distante dalla corsa che il mio headliner era: “Corro solo per prendere l’autobus”. Ricordo che uno dei miei colleghi annuì con la testa d’accordo quando lo dissi.

So che la corsa può essere una parte importante di una routine di fitness. Tuttavia, dal mio episodio con le ginocchia, non ho mai incluso la corsa come base nella mia forma fisica. Probabilmente non tornerò mai più a correre a tempo pieno, anche se mio padre dice che sarei un fantastico corridore a distanza. Se potessi, correrei per 100m. Penso di essere abbastanza veloce. Penso di aver sostituito la corsa con la camminata. Ora vado principalmente al lavoro per soddisfare i miei requisiti di aerobica cardio. Ancora oggi ho una discreta capacità polmonare secondo gli standard di un non-corridore e non invidio i dolori che i corridori devono sopportare.

Leggi la parte IV di questa storia qui.