Corri piano per correre veloce

Una delle mie amiche di corsa IRL, Zorana, ha iniziato a bloggare e ha raccontato tutta la sua esperienza con un esaurimento, e come ha adottato Maffetone correndo per contrastare il rallentamento:

Se ti piace correre su lunghe distanze e vuoi migliorare come corridore, come faccio io, devi investire nel tuo sistema aerobico, così semplice.

Nell’ultimo anno, Zorana, mia moglie Alison e io ci siamo un po ‘stufati l’un l’altro in termini di adozione della frequenza cardiaca per rendere le nostre corse facili opportunamente lente … per farci correre velocemente.

Questo esaurimento anaerobico di cui parla Zorana, sembra di colpire il muro di una maratona. O una mezza maratona o una gara del 1500 (se sei come me e hai anche colpito il muro in quelle distanze). Una volta che hai colpito quel muro in una gara, l’unica cosa che ti farà passare è più lento. Il burnout anaerobico è esattamente lo stesso. Esattamente.

Maffetone, per chiunque non abbia familiarità, proviene da un corridore e uno scienziato dello sport che è stato nel gioco per un po ‘, Phil Maffetone. È menzionato nella corsa 80/20 di Matt Fitzgerald , insieme a Steven Siegler. Fitzgerald, Maffetone e Siegler si sono tutti nutriti a vicenda per sostenere lo stesso tipo di filosofia di corsa per renderci più veloci: correre tutte le tue corse facili nella zona di frequenza cardiaca aerobica.

Non importa davvero se è possibile eseguire le corse facili a 4 minuti k o 7 minuti miglia. Se non riesci a sostenerlo in una gara ad un ritmo molto più veloce, non ha senso. Tutto ciò che conta nelle corse facili dovrebbe essere le miglia – questa è la metrica principale in queste corse. Da quando ho adottato la corsa 80/20, ho citato questo genere di cose un paio di volte.

Ma una grande causa del perché il 95% delle persone non si allena abbastanza lentamente, è perché attribuiscono troppo orgoglio alle corse che semplicemente non contano.

Vogliamo ottenere i complimenti e i Mi piace per ogni corsa. FitFrame è probabilmente anche un collaboratore a quello con passi visibili, mio ​​male. Tutti abbiamo bisogno del nostro ego accarezzato – è imbarazzante ammetterlo, ma non facciamo finta che sia il motivo per cui ognuno di noi corre, non importa quanto minore o maggiore.

Quindi la mia preferenza a lungo termine è stata quella di salvare quell’ego che accarezzava il giorno della gara. Lascialo costruire e lascia che sia importante solo una volta ogni poche settimane (o comunque spesso decidi di correre). Non in ogni singola corsa.

Se il gruppo di ritmo o l’equipaggio di corsa con cui corri non riescono a capirlo quando lo spieghi loro, è un forte segnale che si stanno allenando per l’ora amatoriale. Se sei orientato all’obiettivo, non lasciare che l’ora amatoriale si frapponga. Se sei più un corridore sociale, allora non c’è un grosso problema, immagino.

Che io stia correndo da solo, con un gruppo o con mia moglie, il mio ritmo facile varia ovunque tra 1–2 minuti per miglio. Ecco la cosa interessante: se sto correndo verso la parte più lenta o più veloce di questo non importa, perché sto ancora lavorando sulla parte aerobica del mio sistema. Ottengo ancora i guadagni di fitness!

In esecuzione con mia moglie.

Quando una corsa si avvicina troppo alla cima della mia portata facile, è allora che inizio a preoccuparmi. Perché strisciare nella mia zona anaerobica sacrificherà il lavoro nella zona aerobica – e la zona aerobica in esecuzione è la cosa esatta che costruisce la resistenza, la cosa che ti rende più veloce su lunghe distanze.

Se ti stai allenando per eventi al di sotto degli 800 metri, rimani sicuramente in quella zona anaerobica. Ma se ti stai allenando per correre a 800m e oltre, trarrai beneficio dal mantenere le tue corse facili rilassate, non competitive e ridicolmente lente, in modo da poter espandere su quel sistema aerobico.