Alcuni pensieri sulla corsa

Sono testimone di un crescente interesse per il jogging nell’Europa orientale oggi più che mai, le persone hanno capito che la corsa fa bene alla salute o è appena diventata un’altra tendenza “cool” ? Non è particolarmente chiaro quando e come l’ho notato la prima volta, ma anche se è solo una tendenza passeggera, la adoro del tutto, potrebbe essere la tendenza più grande che ci ha colpito di recente …

Non sono sicuro di quale categoria faccia parte oggi, perché ho sentito il momento giusto per iniziare a correre o perché vedevo dappertutto che correre è bello?

La solitudine fa bene alla corsa

Inizialmente ho iniziato a correre da adulto, nell’autunno del 2014, quando mi sono appena trasferito a Bucarest. Ricordo ancora quel mese, era un mese pieno di solitudine, quel tipo di solitudine che mi fa sentire bene quando puoi riorganizzare i tuoi pensieri, un mese in cui ho avuto il tempo di pensare alle priorità, un tempo in cui ho potuto passare da solo a capire meglio i miei desideri e bisogni, quindi era principalmente:

  • Il mese in cui correvo per almeno 15-20 km / ogni settimana
  • Il mese in cui ho iniziato il mio diario, un regalo che mi è stato dato da un vecchio amico e non valutato abbastanza finora, che ho scritto ogni giorno per circa 30 giorni a quel tempo
  • Il mese in cui stavo comprando cose dal mercato locale e cucinavo ogni giorno

C’è questa grande cosa che la corsa fa al tuo cervello e al tuo corpo, è stato clinicamente dimostrato che la corsa rilascia endorfina – una sostanza che scatena una sensazione positiva nel corpo.

Era la prima volta che provavo questa felicità, al momento ho capito che stavo davvero per finire i miei primi 10 km di corsa. Quando sono stato a circa 8,5 km di corsa ho sentito una forza così forte crescere dentro di me che mi sentivo invincibile e non mi importava che altre persone mi vedessero, ho avuto quell’enorme sorriso che a volte le persone ottengono, di solito associato a pensieri sulla persone care o la sensazione quando ti innamori. Quindi sembrava che questo fosse davvero l’amore, l’amore per la corsa. È stato allora che mi sono reso conto che mi è sempre piaciuto fare qualcosa che non ero consapevole di tutta la mia vita.

Il prossimo mese farò la mia prima mezza maratona il 14 maggio 2016, e grazie per il tempo di solitudine che mi ha permesso di capire una piccola parte di me che era nascosta allora non avrei potuto farlo.

Non scrivo da un po ‘di tempo ed è bello poter scrivere i miei pensieri oggi soprattutto su questo grande argomento: correre.

Ottaviano