6 modi per dare voce ai bambini

Avere un genitore che ascolta crea un bambino che crede di avere una voce che conta in questo mondo

1. Smetti di muoverti e smetti di fare quando ti parlano.

Alzando lo sguardo dal compito in corso e guardando negli occhi dei tuoi figli, stai indicando che apprezzi i loro pensieri, non importa quanto banali. Ciò fornisce sia una base che un invito per conversazioni più difficili man mano che crescono.

* Suggerimento: se i tuoi giorni sono pieni e non puoi prestare la tua totale attenzione ogni volta che tuo figlio parla, assicurati che ci sia un momento del giorno in cui puoi essere pienamente presente. Forse è prima di coricarsi o subito dopo la scuola. Quando mia figlia aveva tre anni iniziò a chiedere “Talk Time” di notte. Impiegava dieci minuti in cui lei faceva domande innocenti e mi diceva cose banali e io le davo la mia totale attenzione. Ora ha tredici anni e abbiamo ancora “Talk Time” ogni sera. Come ci si aspetterebbe, le domande e gli argomenti sono diventati più seri e sono grato di far parte della conversazione.

2. Rispetta le loro parole.

Forse ci vuole tempo perché i tuoi figli esprimano i loro pensieri in parole. Va bene; non devi finire le loro frasi – arriveranno. Forse le loro opinioni sono completamente pazze. Va bene; non devi essere d’accordo. Forse ricordano qualcosa di diverso rispetto a come lo fai tu. Va bene; non devi essere “giusto”. Dando ai bambini il tempo e lo spazio per condividere ciò che è nei loro cuori, stai rafforzando le loro voci.

3. Lasciateli parlare da soli quando possibile.

Quando i miei figli hanno qualcosa che vogliono dire all’allenatore, al cameriere o all’addetto alle vendite, prima lascio che facciano pratica a ciò che vogliono dire e poi sono incoraggiati a parlare da soli. Non dimenticherò mai quando eravamo seduti alla conferenza genitore / insegnante di quinta elementare di mio figlio e l’insegnante mi ha chiesto se avessimo dubbi. Mia figlia ha parlato rispettosamente per dire che amava aiutare i suoi compagni di classe, ma c’era uno studente maschio che la faceva sentire molto a disagio. L’insegnante disse: “Ti sento. Capisco. ”Ero sollevato che mio figlio fosse in grado di esprimere questa sensazione di disagio nel tentativo di proteggersi. Mi congratulo con l’insegnante per la convalida dei sentimenti di mia figlia con la sua risposta di supporto.

4. Lascia che siano gli esperti di qualcosa.

Quando mia figlia più piccola aveva quattro anni, non riuscivo a trovare la mia auto in un parcheggio del centro commerciale e temevo che fosse stata rubata. Ha rapidamente sottolineato che non eravamo nella sezione giusta e mi ha mostrato la strada. Quella notte, la considerai “l’esperta dei parcheggi” e sorrise raggiante. Adesso ha nove anni e continua a gridare: “Non preoccuparti, mamma! Ricordo dove abbiamo parcheggiato! ”È anche l’esperta di nomi della nostra famiglia perché ricorda sempre i nomi delle persone. L’ho anche designata The Music Expert perché sa accordare e suonare i suoi strumenti, oltre a cantare magnificamente. I bambini salgono quando i loro doni vengono riconosciuti e affermati. Lasciandoli guidare, dà loro fiducia nel dare voce alle loro capacità e saggezza.

5. Ascolta senza aggiustare, senza giudizio.

Quando i tuoi figli ti parlano, rinuncia al bisogno di essere “giusto” o “insegna una lezione”. Invece, crea una connessione significativa il tuo unico desiderio. Chiedi ai tuoi cari come puoi supportarli e poi ascolta – basta ascoltare. Invece di provare a risolvere il problema o dettare la mossa successiva, chiedi semplicemente: “Come posso supportarti al meglio?” O “Come posso aiutarti?” Queste due domande abbattono le difese, convalidano i sentimenti e ti mettono sullo stesso squadra. È autorizzante per i tuoi cari sapere che sei per loro, non contro di loro, amandoli attraverso l’ascolto.

6. Pausa prima di rispondere quando vengono condivise informazioni problematiche.

Quando i bambini descrivono informazioni scioccanti o confessano di aver fatto una scelta sbagliata, fai una pausa di tre secondi e prova questa risposta: “Grazie per aver confidato in me. Mi hai fatto la cosa giusta dicendomi. ”Non importa quanto tu sia arrabbiato o quanto vuoi rimproverarli, può volerci solo uno sfogo volatile per chiudere le comunicazioni future con tuo figlio. “Grazie per aver fiducia in me in questo”, apre sia la discussione a portata di mano che le discussioni sul futuro. Pensa a chi vuoi che si confidino quando sono preoccupati, spaventati o feriti. Se vuoi che sia te, raccogli tutta la grazia che hai e parla con calma in tempi difficili.

C’è una buona probabilità che un giorno i nostri figli si trovino in una situazione difficile e avranno una scelta: o soffrire in silenzio o parlare. E forse quello è il momento in cui ricorderanno i tuoi occhi, il cenno del capo e la tua risposta premurosa. E all’improvviso verrà loro ricordato che la loro voce ha un valore. E quando credi che la tua voce abbia un valore, può fare la differenza.

___________________________________________________________________

L’ultima opera del cuore di Rachel Macy Stafford, SOLO AMORE OGGI : Promemoria per respirare di più, stressare di meno e scegliere l’amore , uscirà questa settimana! Attraverso la sua scrittura più onesta, rivela le sue lotte per aggrapparsi a ciò che è più importante e rendere ciò che è più duraturo la prima priorità nella sua vita quotidiana. Progettato appositamente per le persone con una vita frenetica, puoi letteralmente aprire il libro su qualsiasi pagina e trovare parole che indirizzeranno la tua giornata in una direzione più positiva e amorevole. I primi recensori su Goodreads indicano che questo libro cambia la vita. Ordina la tua copia oggi .