La falsa premessa riguarda il sentiero spirituale

C’è una premessa sulla pratica spirituale che molte persone che non sono coinvolte in un percorso non capiscono.

Se stai lavorando su un autentico percorso spirituale, il tuo lavoro faccia a faccia con i demoni e le cose che hai evitato e fuggito o soppresso sia inconsciamente che consapevolmente per tutta la vita e le vite precedenti.

Una volta che inizi a lavorare effettivamente con quelle cose e quelle tendenze nevrotiche, la merda che stava letteralmente bloccando il tuo stato naturale e la tua pura luminosità arriva in superficie per essere purificata e rilasciata. Le persone pensano che se inizi a praticare il buddismo o lo yoga, rompi la pace e la perfezione.

Sono stato spesso tenuto a questa aspettativa. È lusinghiero per il Buddha che le persone abbiano una visione così elevata, quasi innatamente del percorso perfetto che ha tracciato. Ma è irrealistico. Non è uno spazio in cui si gira un interruttore e si diventa automaticamente in pace e gentile. Spesso la cosa più alta che posso fare è semplicemente non essere un pezzo di merda per un giorno intero.

Ci sono stati anni di pratica e grande stabilità combinati con un’etica coerente e poi momenti, settimane, in cui la merda sta arrivando velocemente e continuamente. I percorsi di Hatha Yoga e Mahayana / Vajrayana non sono una passeggiata a piedi.

Se trascorri gran parte della tua vita impegnandoti in un’etica di basso livello, l’attaccamento nevrotico a cose che non servono al tuo benessere a lungo termine e quindi ti impegni a prendere un’etica non è facile. Dirò comunque che è l’uso più bello della vita umana.

In sostanza, siamo tutti sulla via del ritorno nel sottile. Tutti noi siamo distratti da queste attività grossolane sulle quali abbiamo dato tanta importanza. Ma se è vero che gli umani sono le specie più intelligenti, allora cosa stiamo tutti aspettando per liberarci dalle grossolane narrazioni concettuali e abitare in sottili stati di consapevolezza?

All’interno dei circoli spirituali le persone stanno diventando sempre più interessate alla biochimica e al cervello. A livello della mente grossolana vedrai attività neurali, correlati neurali e affetti di biochimica e così via. Ma sui sottili livelli della mente, che è l’aspetto del continuum della coscienza, non vedrai l’attività cerebrale. Questo livello mentale non è il cervello.

A questo livello si accede solo nel sonno senza sogni e quando si tocca Samadhi. È qui che fiorisce la tua vita e qui dove tocchi il ricordo delle vite precedenti e anche dove otterrai la liberazione. Dove fermerai i cicli infiniti di te identificandoti con cose che non sono in sé e per sé.

In breve, questo è il motivo per cui sei vivo. Perché il corpo umano è l’unica nave con il sistema di canali ad accedere a questi stati mentali incredibilmente sottili. Le persone hanno difficoltà ad accettarlo perché non puoi misurare questa parte della mente. Non è un fenomeno materiale, un addetto al laboratorio di Standford non ti mostrerà una scansione colorata di fibre cerebrali estremamente fini e te lo mostrerà.

Quando raggiungi la perfetta concentrazione, Samadhi, e rimani lì abbastanza a lungo, l’intera gamma delle tue vite precedenti ti si apre e puoi ricordarli direttamente come una chiara esperienza cognitiva. Una volta stabilito ciò, la base di ciò che significa essere umano si trasforma completamente.

Come potrebbe essere solo continuare attività sempre più grossolane?