Le foglie più chiare di questo momento

Un momento in giardino

A volte, in questo periodo dell’anno nel Maine, le calde brezze primaverili sollevano la parte verde pallida delle foglie verso il cielo. I rami di acero, pioppo e betulla oscillano avanti e indietro, tutto in uno, decodificando il vento silenzioso in quel suono percepibile di foglie che si muovono rapidamente. A testimonianza di ciò dal mio posatoio di giardino soleggiato, scivolo in trance di adesso.

Questo momento è per me uno dei doni più preziosi della vita. Forse sei d’accordo? O forse questo concetto ti sembra del tutto impressionante. Ad ogni modo, dovresti considerare di vivere il momento il più a lungo possibile. Nella sua forma più profonda e semplice, quel momento può essere trascendente ma radicato nel tuo posto sulla Terra in quel momento. E quel momento è adesso, almeno per un po ‘.

Il solo fatto di permettere che si verifichino quei semplici momenti di tranquillità è una grande sfida per me. Calmare la mente di un cinquantasette anni è più difficile che calmare la mia mente di venticinque anni fa. Ricordo distintamente un momento sui miei vent’anni, nuotando in una cava di roccia all’inizio dell’estate. Il vento spinge verso l’alto quel verde pallido nella parte inferiore, mentre gli alberi ondeggiano appena prima di un temporale; il sole caldo sulle mie spalle bagnate; quel momento, in bilico. La domanda mi ha colpito allora, e ora mi colpisce: cosa si fa in quel momento?

Come si può semplicemente esistere nel momento?

A volte voglio sdraiarmi sul sentiero di paglia del nostro giardino soleggiato, offrendomi come compost per il letto del giardino. Trascorrere un’intera giornata sdraiata lì, nascosta agli occhi umani, isolata dai continui problemi del mondo, non socializzata e disconnessa; solo essere in giardino come lattuga o basilico. Ma poi un pensiero mi reindirizza a qualche disastro recente e personale; un oggetto commerciale, un problema di denaro, un tremore della mia ernia iatale, un commento negligente su Facebook. Reindirizzato dalla minutia abituale che nasconde il momento e richiede una sorta di azione da parte mia.

Offerta di compost. Nota rondine appollaiato sul palo del fagiolo gambo di girasole – non divertito.

“Felicità, non in un altro posto ma in questo posto … non per un’altra ora, ma quest’ora.” – Walt Whitman

Per molti, la felicità è appagamento, forse soddisfazione per il raggiungimento di un obiettivo o pietra miliare. Capisco quella sensazione, ma non è la felicità che sto vivendo quando le foglie si ribaltano. Forse la vera felicità è l’assenza di desiderio, impulsi e ricerca. Ironia della sorte, quando si considera la nostra eredità, la felicità può essere semplicemente la libertà da ciò che noi americani tradizionalmente consideriamo la ricerca della felicità.

“Il momento presente è pieno di gioia e felicità. Se stai attento, lo vedrai. ”- Thich Nhat Hanh

Non lo so. Mi piace la politica, gli affari, l’amicizia, la musica e l’apprendimento delle cose umane. Secondo la scienza, l’uomo esiste da due a tre milioni di anni, la Terra gira da 4,5 miliardi di anni, l’universo forse da 14 miliardi di anni.

Sono molti i momenti.

In effetti, l’enorme arco dell’età universale, così come lo conosciamo, rende il tempo stesso insignificante per le nostre menti deboli. Mentre stiamo ai margini del palloncino in espansione della nostra estensione universale e scrutiamo nello spazio, vediamo la luce di milioni e miliardi di anni fa in ogni direzione. Indipendentemente da dove guardiamo, guardiamo indietro nel tempo mentre l’universo si espande a un ritmo sempre crescente.

Senza dubbio, ad un certo punto negli ultimi due milioni di anni alcuni umani hanno osservato il loro cielo notturno, meravigliandosi della sua maestosità, alcuni accettando il mistero e la bellezza di quegli strani punti di luce, altri cercando di capire il loro movimento e significato.

Mentre i venti si calmano e i rami degli alberi tornano nella loro posizione, il giardino torna a essere pacifico, l’aria si riempie di canti di uccelli. Mi siedo e guardo e aspetto un momento per presentarmi. Forse questa volta sarò pronto.