UNA FUGA NON QUINTA – Alexandra Sharova

UNA FUGA NON COSÌ BELLO

La Quinta Resort & Club – Palm Springs, CA

Non so te, ma ho sete di nuove avventure, un incontrollabile senso di voglia di viaggiare, se vuoi. Certo, le responsabilità e un lavoro mi impediscono di cedere in impulsivi voli di sola andata per Parigi o Bali, ma ho trovato la cosa migliore e abbastanza fattibile : un weekender. Quindi, per testare le acque della mia nuova risposta alla vacanza con un budget limitato, mi sono diretto nel deserto, al La Quinta Resort & Club a Palm Springs.

Mentre una brezza invernale arriva nel nostro paradiso, è il momento perfetto per inseguire i raggi dorati nella loro dimora permanente a Palm Springs. Sebbene la sua reputazione sia quella di una destinazione per il golf o l’ultima tappa prima di un matrimonio, la città ha molto altro da offrire. Insieme al mio ragazzo, mi sono preso la testa di dimostrare quanto puoi uscire da un weekend nel rinomato resort.

Dopo aver combattuto il traffico da paraurti a paraurti, finalmente guidiamo attraverso l’entrata illuminata, fiancheggiata da palme come molti ospiti e celebrità, davanti a noi sin dalla sua apertura nel 1926. Rivelazione completa: avevo l’impressione che stessimo dirigendo a un hotel di alto livello della catena La Quinta Inn … Inutile dire che entrare nel parcheggio pieno di auto di lusso è stata una sorpresa più che piacevole. Al momento del check-in apprendiamo che questo è in realtà un Waldorf Astoria Resort, che praticamente dice tutto e spiega la splendida proprietà in stile spagnolo. A causa del nostro ritardo indotto dal traffico, attraversiamo fontane luccicanti e prati sempreverdi fino al ristorante messicano del resort, perché sono una ragazza di Santa Barbara e so che una buona margarita può risolvere quasi tutti i problemi.

Nel tradizionale stile Oaxaca, un vivace murale veste le pareti di Adobe Grill, mentre una selezione di tequila artigianale fa il resto. Scegliamo un luogo all’aperto vicino alla buca per il fuoco, dove le fiamme danzano sullo sfondo debole delle montagne mentre sorseggiamo margaritas fruttati più grandi delle nostre teste. Dopo tre sorsi, tutto va bene nel mondo e il weekend rilassante inizia davvero. Potrebbe essere che abbiamo finito ogni ultima goccia dei nostri cocktail, il ceviche fresco agrumato e le fajitas sfrigolanti che abbiamo divorato, o l’atmosfera generale del resort, ma qualunque cosa sia, camminiamo nella nostra stanza con un’aspettativa da sogno. Entriamo nella nostra casita a scomparsa per scoprire una vasca idromassaggio all’aperto privata, un letto king-size e il nostro mini frigorifero completamente fornito con una deliziosa e nutriente pulizia di succhi di frutta pressati per il fine settimana. Sono morto e andato in paradiso . Saltiamo nella vasca gorgogliante e ammiriamo il cielo pieno di stelle, perché cosa c’è di più romantico di così?

Mentre il sole fa capolino dalla finestra della suite, mi sveglio più riposato di quanto non sia da mesi. Mano nella mano, con l’altra mano che attanaglia un succo di agrumi 2, camminiamo verso Twenty6 per una colazione a buffet che ha letteralmente tutto. Ricevo una frittata preparata su ordinazione, frittelle di patate croccanti, un lato di pancetta, un cornetto al cioccolato e una ciotola di frutta di stagione – Sono in vacanza, quindi le regole dietetiche non si applicano. Dopo alcune ore di abbronzatura, ovvero il recupero da un coma alimentare di cui non mi pento assolutamente, mi dirigo alla spa per un rituale dell’Himalayan Salt Stone. Sulla mia strada faccio una deviazione per esplorare il cottage di Greta Garbo, che è straordinariamente conservato, dalla sua camera da letto al suo lussuoso spazio divertente, dove ha ospitato famigerate serate per le starette di Hollywood. Non mi sarei mai aspettato di trovare una storia così ricca e una lista di ospiti leggendari, tra cui il presidente Eisenhower, Arnold Palmer, Frank Capra e, in seguito, anche Britney Spears, in qualsiasi località.

Il centro benessere è tranquillo in ogni modo, dagli assistenti amichevoli alla limonata alla lavanda dissetante. Dato che questo è il mio primo massaggio con le pietre, vado senza aspettative. Mi sdraio su un tavolo di peluche e la mia massaggiatrice lavora sui miei nodi e sulla tensione con pietre lisce e rosee. Sono scioccato dalla precisione e dalla pressione effettiva che offrono. I miei pensieri e le mie preoccupazioni iniziano a dissiparsi, proprio come il calore delle pietre permea la mia pelle. Tutto lo stress a cui mi sono aggrappato si scioglie e sono leggermente imbarazzato nel dire che mi sono addormentato. Lascio completamente spensierato e solo leggermente disorientato a causa delle qualità disintossicanti delle pietre. Questo deve essere il miglior massaggio della mia vita. Per riavviare prima di tornare in piscina (il resort dispone di 41 piscine!) Sorseggio un succo di barbabietola gingery su una delle sedie a sdraio ombreggiate e ammiro la bellezza rilassante delle montagne di Santa Rosa.

Dopo aver nuotato sotto un tramonto da ricordare, ci dirigiamo a Morgan’s, che faceva parte dell’originale La Quinta, aperto nel 1927. Chiaramente, i cocktail servono per celebrare una giornata ben spesa. Andiamo con il Lino Bianco, una schiumosa miscela di gin con liquore di fiori di sambuco e sciroppo di litchi. Il mio appuntamento dice che è il miglior drink che abbia mai avuto, ed è un vero onore. Per cominciare, optiamo per l’insalata di quaglie Confit dal “menu d’ispirazione stagionale”. La quaglia è una delicata alternativa al pollo e, insieme alle fettine di fico, eleva l’antipasto di cui finiamo ogni ultimo, lasciando dietro di sé un piatto pulito. Poi arriva l’antipasto: il Montana Pork Chop. Rabarbaro in camicia e aceto di birra creano un tocco irresistibile mentre la pancetta di maiale croccante aggiunge consistenza alle costolette di maiale impeccabili. Devo ammettere che di solito non sono un fan, ma questo piatto ha lasciato un’impressione duratura e forse ha cambiato per sempre la mia percezione del maiale … Il mio momento preferito del pasto, il dessert, è qui. A causa dell’indecisione, il nostro cameriere esperto ci porta due dessert, che vorrei che accadessero ovunque. La Lemon Curd è un’opera di genio decostruito che porta la classica crostata al limone a un livello superiore: le cucchiaiate di limone e mascarpone sono separate da un sorbetto rinfrescante e decorate con cioccolato bianco rasato. È irresistibile. La torta “All About Chocolate” colpisce tutti i punti deboli della cagliata con ganache al tè nero, brownie e mousse al cioccolato. Dire che siamo rimasti soddisfatti è un eufemismo.

Ci alziamo brillanti e in anticipo per una lezione di Yoga dolce seguita da due classiche uova Benedicts e ricchi cappuccini con vista. Dopo una nuotata veloce siamo pronti per la nostra ultima avventura La Quinta, il tennis. Passiamo da una festa nuziale (il nostro quarto avvistamento del fine settimana) in rotta verso una delle 23 corti. Un’ora di raduno sotto il sole pulsante e io sono sfinito, ma nel miglior modo possibile. Non molto rispetto alla concorrenza con uno splendido scenario montano.