Perception Vs Reality: Science of Ayurveda

Ho avuto un’epifania. Sì, una vera e propria epifania onesta. Non sudare, questo non è un articolo su di me in una vasca da bagno che urla EUREKA. Ma è stata comunque un’epifania. È successo al lavoro. Le persone tendono ad avere convinzioni rigide verso varie cose, opinioni, gusti di gelato, ecc. Nel mio ultimo post, ho menzionato che ho iniziato a lavorare in una piattaforma di stile di vita per l’Ayurveda. In questo breve periodo mi sono imbattuto in un paradigma insolito nell’Ayurveda: una posizione esclusivamente scientifica che respinge l’Ayurveda e una seconda posizione dello scetticismo dell’Ayurveda come approccio scientifico alla vita olistica. Ma ecco il punto: non si escludono a vicenda. Entrambi possono esistere simultaneamente, e bene, complementari tra loro.

Lascia che il rant abbia inizio.

Che cos’è la scienza? Bene, nella mia breve carriera di scienziato ho scoperto che la scienza è un mezzo semplice per spiegare il mondo che ci circonda. Ecco fatto, una guida all’universo.

Legge scientifica vs. teoria

Qual è la differenza tra i due, una legge scientifica e una teoria scientifica? Una legge scientifica prevede conclusioni: come la velocità con cui una palla cadrà dal 13 ° piano o qual è l’angolo migliore per lanciare un dardo per colpire un occhio di bue. Una legge afferma un semplice tipo di affermazione post hoc ergo propter hoc: se x allora y. Questo è tutto. La legge scientifica prevede risultati calcolati. Nessuno discuterà con te del movimento di un’auto, metterà le mani sui fianchi, si muoverà sibilando e dirà: “Beh, questa è solo una legge newtoniana”.

Ecco perché sono chiamate leggi di Newton. #lawyered.

Tuttavia, potrebbero dirti: “Bene, questo è proprio come la fisica newtoniana mira a spiegare la legge del movimento”. E se il tuo compagno è abbastanza intelligente da conoscere quella distinzione, probabilmente perderai l’argomento … Sto divagando, Le teorie spiegano la legge. Dove le leggi per la maggior parte sono insindacabili e raramente cambiate. Una legge supporta i dati. (Le leggi possono essere cambiate se i dati cambiano: non cadrai più dal limite del mondo navigando verso l’orizzonte).

Una teoria copre vaste aree di conoscenza spiegando una legge. Pensa a qualcuno che sta cercando di spiegare perché una palla cade dal 13 ° piano invece di dichiarare semplicemente che cadrà. Il “perché” è la premessa e il nocciolo di una teoria, è sempre sfidabile e mutevole. Se in qualsiasi momento una teoria diventa una regola, la scienza vaga nel regno del dogma e deve essere respinta. Quindi dove una legge può essere il punto della lancia, una teoria è il braccio che la esercita. Sono entrambi necessari. Come funziona questo posto nell’Ayurveda?

È semplice, davvero. L’Ayurveda ha dati osservabili quantificabili trasmessi nel corso dei secoli. E non è solo il wuwu delle streghe di qualche esperto, in una città arretrata di “whoknowswhereville” a praticare rimedi erboristici e incantesimi. Niente affatto, perché diverse erbe hanno dimostrato di fornire sollievo, prevenire e persino curare alcuni disturbi. Questo è supportato da science #sciencebaby. Tulsi aka Holy Basil, è un’erba peer-reviewed che ha resistito al rigmarole dei test scientifici (per l’Occidente). Tornerò alla distinzione tra Est e Ovest più tardi. Tulsi ha dimostrato di regolare i livelli di tossina nel sangue, di aiutare ad accelerare il recupero e di avere proprietà antidepressive. Gli studi hanno anche mostrato varie proprietà di altre piante ed erbe come liquirizia, fieno greco e chiodi di garofano.

Qualcuno ha detto Aspirina? A corto di vita in un buco negli ultimi 10 anni dispari che hai sentito parlare di questo farmaco. L’aspirina aiuta con mal di testa, dolori, febbri e primi film di Matthew McConaughey. Mi ci vorranno circa 10 giorni per sbarazzarmi di quelle cicatrici interne da Come perdere un ragazzo … Sto divagando di nuovo. Qualcosa che potresti non sapere è che l’aspirina è che le persone hanno iniziato a prendere uno degli ingredienti principali da cui l’aspirina era derivata, ed è proveniente da una pianta impazzita. La spirea o la pianta della corona nuziale per essere precisi. Inoltre, gli antichi egizi usavano la corteccia di salice come agente antinfiammatorio ben prima che tu esplodessi la tua prima aspirina. Ma questa è la cosa, deriva tutto da qualcosa di naturale. All’epoca non c’erano studi clinici, la gente ha appena ottenuto dati osservabili. Ritorno al futuro e varie università hanno quantificato questi dati e le proprietà di queste erbe sono risultate scientificamente significative.

Nel frattempo molti di questi studi furono condotti in “Occidente”.

Parliamo di baristi yogisti. OK, non tutti gli yogi sono baristi che concedo. Ma la pratica dello yoga è sinonimo di fonte della giovinezza, buon juju e benessere della mente. La maggior parte delle palestre offre una sorta di lezione di yoga e la scienza dietro lo yoga è legittima. Ottieni flessibilità, forza, consapevolezza e chiarezza. È possibile aumentare il flusso sanguigno, la perdita di peso e il benessere generale. In effetti, tutti gli esercizi possono farlo per te. Lo yoga è stato praticato in Ayurveda per secoli; le sue origini si trovano nelle basi della pratica ayurvedica. Ovviamente, i benefici dello yoga sono stati coorti con i praticanti ayurvedici per secoli. Le persone praticavano yoga e si sentivano meglio.

Per la maggior parte è diventata la legge. Se prendo questa pianta, lo sentirò. Se applico questo salve lo sentirò. Allo stesso modo, se prendo questa aspirina, eviterò i postumi di una sbornia di sabato mattina. Se pratico lo yoga, mi sentirò meglio, più flessibile, pacifico e più forte. I parallelismi sono troppo simili per essere ignorati.

Questo è ciò che riguarda la scienza e l’Ayurveda, entrambi identificano le leggi sul lavoro e mirano a fornire un quadro teorico sul funzionamento di tale legge. Non c’è est contro ovest. C’è solo osservazione, previsione e l’idea di migliorare la vita di qualcuno.

Per me ogni teoria degna del suo sale viene costantemente messa alla prova, esaminata e quindi riesaminata. Non diventa mai così stagnante da sfuggire all’occhio del controllo. La sfida è come il manubrio che strappa il muscolo solo per renderlo più forte alla fine. L’Ayurveda e gli approcci scientifici alla medicina non sono intercambiabili, ma piuttosto due facce di una moneta in costante sviluppo: un instancabile gladiatore, tempo logoro, costante e ogni adattamento nell’arena dell’universo.