Fortunato, il ghepardo a tre zampe è più fortunato di molti animali di grossa taglia

Essere zoppi per la vita significa che Lucky non sarà colpito da un contadino disperato o da un cacciatore di selvaggina

Fortunato il grazioso ghepardo a tre zampe, Photo By Christyl Rivers

Lucky, un elegante e grazioso ghepardo a tre zampe, vive in Namibia in un santuario degli animali. Adora ancora inseguire e catturare uno straccio legato e trascinato lungo una linea come “preda”. Molto probabilmente ha perso la gamba inseguendo una Jeep o Land Rover quando era ancora un cucciolo. Nessuno sembra saperlo con certezza. È stata descritta come “fortunata a vivere” quando portata da un veterinario per l’amputazione.

Si stima che la popolazione selvaggia di ghepardi, originaria del deserto e della macchia di pianura in tutta l’Africa, nel 1900 fosse ancora più di 100.000. Oggi si dice che il loro numero sia vicino a 7000, o forse anche meno. Fortunato è solo una specie tra le tante, che un tempo dominavano il vasto continente e ora stanno diminuendo di numero, anche se la domanda pubblica di vederli – attraverso l’ecoturismo – è in aumento.

Quando discutiamo di quanti miliardi di esseri umani può supportare il nostro pianeta, è facile presumere che conserveremo sempre un frammento di habitat selvaggio qua e là, così quei miliardi di persone possono prosperare all’interno di una biodiversità che crea una biosfera e partecipa alla guarigione bellezza che solo la natura selvaggia può offrire. La sesta estinzione, a quanto pare, è troppo allarmante per distrarci dalle ultime sparatorie di massa. Ma entrambi sono storie di armi e grazia.

In che modo l’habitat globale supporterà la biodiversità e le persone? L’habitat critico continua a diminuire. In che modo entrambi i bracconieri e i profittatori guadagneranno entrambi un reddito sostenibile, in che modo gli agricoltori si estenderanno all’infinito in terreni di nuova produzione e artigliati con i pacchi che spariscono? In che modo l’ecoturismo e i bracconieri riformati, appena assunti, cattureranno decine di migliaia di entusiasti fan della fauna selvatica per intravedere il sempre più raro, ghepardo, leopardo, rinoceronte o elefante?

Poi c’è il traffico di trafficanti di vite selvagge, e per questo la maggior parte della gente fa della Cina il bullo grande e cattivo. La verità è che gli Stati Uniti sono un importante mercato mondiale per i prodotti della fauna selvatica sia legali che illegali. L’uso di legno raro, teak o palissandro, ad esempio, distrugge gli ecosistemi da cui la fauna selvatica dipende dall’habitat. E, come ha osservato John Muir, “Nulla è in grado di salvare il dollaro”.

Ridurre l’olio di palma per aiutare a salvare la foresta indonesiana, è l’ultima cosa che un americano può facilmente fare poiché è contenuto in oltre la metà di tutti gli alimenti trasformati che sono ampiamente disponibili. Costa poco; a meno che tu non debba in qualche modo addebitare ai profittatori il costo esterno per noi e il nostro pianeta. Gli agricoltori industriali sono quelli che traggono profitto e la corruzione in molti governi nazionali senza pari rappresentanza della maggior parte degli agricoltori è dilagante. Maggiori informazioni sugli agricoltori di tutto il mondo in un momento.

Fortunatamente il ghepardo ha probabilmente perso molti parenti per allevatori, bracconieri o forse solo incidenti stradali. Ma la caccia al trofeo è più spesso considerata come un altro colpevole. Wikipedia inizia il suo discorso sull’argomento con questo: “La caccia al trofeo è la caccia selettiva al gioco selvaggio per la ricreazione umana”. Il Dallas Safari Club apre il titolo promozionale con: “Siamo la risposta per prevenire l’estinzione”. Decine di migliaia di i cacciatori si presentano ogni anno per il Dallas Safari Expo. La loro dichiarazione di missione include la parola cruciale “conservazione”. Questi uomini, (la maggior parte sono maschi), vedono onestamente la caccia al grande gioco come il modo migliore per preservare e proteggere la fauna selvatica per le generazioni future. Il denaro raccolto attraverso questa attività estremamente redditizia supporta i dipendenti della terra e del gioco. Ed è certamente redditizio. Il raro colpo di rinoceronte nero negli ultimi anni è arrivato con un prezzo di $ 350.000. La Namibia ammette tre di questi omicidi all’anno per i rinoceronti, anche se la maggior parte sembra avere molta meno pubblicità di questo particolare enorme toro.

Sembra controintuitivo. La caccia alla selvaggina, come notoriamente condotta dai privilegiati fratelli Trump (che reggevano la coda mozzata di un elefante e un bellissimo leopardo morto), sostiene l’argomentazione, consente a più animali di vivere. Come Teddy Roosevelt più di un secolo fa, i ricchi bianchi vogliono che siano lì per una continua “ricreazione umana”. Proprio come Cecil il leone, che è uno dei pochi “Re dell’orgoglio”, ucciso ogni anno, la maggior parte delle cacce sono mai notizie globali.

Ma ci sono manifestanti che affermano che “uccidere non è conservazione”. L’intero soggetto sembra cadere nelle nostre mani come sabbia della Namibia – quando tutte le parti cercano di superarsi a vicenda nel gioco della colpa. Se tutti abbiamo bisogno della biodiversità, tuttavia, dobbiamo tutti far parte di una squadra: la Terra.

Per quelli di noi che comprendono la sesta estinzione e il cambiamento climatico che stiamo attraversando, sembra ovvio che uccidere per divertimento sia contraddittorio, suggerendo: “La schiavitù va bene perché fa soldi. Possiamo usare quei soldi per l’edilizia abitativa e per creare più schiavi per le mogli dei soldati, o manodopera a basso costo. ”

I titoli di oggi stanno iniziando a mettere in discussione il significato stesso di virilità, potenza di fuoco, privilegio e soprattutto la necessità che animali magnifici sopravvivano su un pianeta che merita di essere preservato. Parlare di mascolinità sana, proteggere e difendere, è senza dubbio più vantaggioso che parlare di mascolinità tossica.

Le donne, che sono oltre la metà dei contadini del mondo, stanno iniziando a essere considerate degne di valore e istruzione. Quando hanno il potere di essere uguali, uscire dalla povertà e scegliere famiglie più piccole, tutti, compresi gli “uomini virili”, ne beneficiano. Allevare le nostre femmine per essere preziose come i nostri maschi, aiuterà anche a dissuadere l’idea che gli uomini debbano uccidere per definire se stessi, che la violenza, la rabbia o la potenza di fuoco siano “maschili” o che le donne debbano essere definite come le uniche nutrici e madri.

In un mondo in cui sempre più persone comprendono il legame non solo tra pistole, violenza e abusi domestici, le persone stanno anche imparando che tutto nel mondo tocca tutto il resto.

Se impariamo in tempo per proteggere le creature eleganti e aggraziate come Lucky, correndo elegantemente sul suo triplo pod incredibilmente agile di zampe, possiamo imparare ad amare il nostro mondo.

****** END ******** Per favore, condividi i tuoi pensieri su pistole e grazia