Perché e come dovresti celebrare la Giornata mondiale del diabete

Il diabete è una delle principali cause di morte. Il numero di adulti con diabete è quasi quadruplicato dal 1980 a 422 milioni di adulti nel 2014 . Questa è la dimensione della popolazione negli Stati Uniti e in Egitto messi insieme. Questo drammatico aumento è in gran parte dovuto all’aumento del diabete di tipo 2. Chiave i fattori che lo guidano includono sovrappeso e obesità.

“Il diabete di tipo 2 è un enorme problema sociale che ha il potenziale per far fallire letteralmente i paesi”, scrive il dottor Peter Attia sul suo sito web.

Aspetta, perché abbiamo dedicato una giornata per “celebrare” il diabete?

La Giornata mondiale del diabete è la più grande campagna di sensibilizzazione sul diabete creata nel 1991 dall’International Diabetes Federation e dall’Organizzazione mondiale della sanità in risposta alle crescenti preoccupazioni sulla crescente minaccia alla salute rappresentata dal diabete . Nel 2015, circa 1,6 milioni di decessi sono stati causati direttamente dal diabete. La International Diabetes Federation stima che il 12% della spesa sanitaria globale – 673 miliardi di dollari – sia speso per il diabete ogni anno .

Sia che lo si veda attraverso l’obiettivo della salute della popolazione, o l’obiettivo di un singolo paziente, il diabete è oggi una delle maggiori sfide sanitarie. “Celebrata” il 14 novembre , la campagna globale mira a sensibilizzare le popolazioni, le organizzazioni e i responsabili politici, raggiungendo oltre 160 paesi.

Sembra una festa globale da non perdere, giusto?

Sei a rischio?

Sì, inclusa la persona seduta accanto a te . Età, stile di vita sedentario, storia familiare, origine etnica, intolleranza all’insulina, infezione e malattie alterate e un’interazione di tali fattori, provocata da fattori ambientali come una dieta sbilanciata o povera di grassi, mancanza di attività, mancanza di sonno , stress, fumo e alcol. Alcuni dei sintomi includono l’escrezione eccessiva di urina, sete, fame costante, perdita di peso, alterazioni della vista e affaticamento. Questi sintomi possono manifestarsi improvvisamente. In caso di malattia, le complicanze possono portare a infarto, ictus, cecità, insufficienza renale e amputazione degli arti inferiori.

La prevalenza del diabete (% della popolazione, 20–79 anni) è più alta nelle Mauritius, Palau, Kuwait, Qatar e Arabia Saudita.

Statistiche che fanno riflettere

Oggi a 1 donna su 10 viene diagnosticato il diabete . Attualmente ci sono oltre 199 milioni di donne che vivono con il diabete e si prevede che questo totale aumenterà a 313 milioni entro il 2040. Se quei numeri dovessero essere paesi, allora l’intera popolazione in Brasile oggi e negli Stati Uniti entro il 2040 verrebbe diagnosticata con diabete. Le donne con diabete di tipo 2 hanno quasi dieci volte più probabilità di avere malattie cardiache mentre le donne con diabete di tipo 1 hanno un aumentato rischio di aborto spontaneo o di avere un bambino con malformazioni .

La International Diabetes Federation ha creato una valutazione online del rischio del diabete che mira a prevedere il rischio di un individuo di sviluppare il diabete di tipo 2 entro i prossimi dieci anni. Il test si basa sul punteggio del rischio di diabete finlandese (FINDRISC). Puoi fare il test qui. Se sei australiano , ti consigliamo di controllare questo sito Web.

Se consumati in eccesso, i carboidrati semplici o raffinati possono portare a malattie cardiache, ictus e altri gravi problemi di salute. Foto di Sylvanus Urban

Tre forme di diabete

Il diabete di tipo 1 è caratterizzato da una mancanza di produzione di insulina: il sistema immunitario distrugge le cellule che rilasciano insulina, eliminando infine la produzione di insulina dal corpo. Senza insulina, le cellule non possono assorbire lo zucchero (glucosio).

Risultati del diabete di tipo 2 dall’uso inefficace di insulina da parte del corpo, chiamato “insulino-resistenza”. Man mano che il diabete di tipo 2 peggiora, il pancreas può produrre sempre meno insulina, con conseguente deficit di insulina.

Il tipo 2 rappresenta la stragrande maggioranza delle persone con diabete, 90-95 su 100 persone. Mentre le cause e i fattori di rischio per il tipo 1 rimangono in gran parte sconosciuti e le strategie di prevenzione fallite, il tipo 2 è potenzialmente prevenibile.

Un terzo tipo di diabete è il diabete gestazionale che è caratterizzato da iperglicemia o aumento della glicemia. Le donne con diabete gestazionale hanno un aumentato rischio di complicanze durante la gravidanza e il parto. Anche loro e i loro bambini hanno un rischio maggiore di diabete di tipo 2 in futuro.

Soluzioni esistenti

L’accesso a medicinali e tecnologie essenziali per il diabete, l’educazione all’autogestione e le informazioni sono fondamentali per ottenere risultati ottimali sul diabete. E poi, ci sono due approcci alla prevenzione e al trattamento del diabete: biochimici e nutrizionali.

L’approccio tradizionale è quello di “gestire” il diabete di tipo 2 con i farmaci e gli interventi sullo stile di vita “mangia-meno-evita-grasso-più-esercizio-più”. Peter Attia, MD osserva però:

Questo approccio rallenta solo la progressione della malattia. Inoltre, molti farmaci per il diabete hanno i loro effetti collaterali e la gestione del diabete ha una triste percentuale di inversione del diabete di circa l’1%. Ad oggi, l’unico modo clinicamente provato per invertire il diabete di tipo 2 è stata la chirurgia bariatrica , che è costosa e non senza rischi . ”

Uno studio promettente al MIT nel 2016 ha dimostrato che piantare le cellule nei topi potrebbe ripristinare completamente la funzione dell’insulina per lungo tempo. Tuttavia, non esiste ancora alcun modo per prevenire il diabete di tipo 1 con la medicina convenzionale.

“I pazienti con diabete di tipo 1 possono avere lo stile di vita più sano possibile ma soffrono ancora di molte malattie, poiché l’attuale tecnologia è un sostituto scadente per un pancreas perfettamente funzionante”, osserva il dott. Joseph Mercola.

Con tua sorpresa e molti ricercatori, la carenza di vitamina D potrebbe essere responsabile dell’aumento del diabete di tipo 1 . In effetti, ci sono dati che mostrano che i paesi situati più vicino all’equatore hanno tassi più bassi di diabete di tipo 1. Quindi, assicurati di consumare abbastanza luce solare.

“Se la medicina vuole concentrarsi sulla prevenzione, non esiste uno strumento migliore della nutrizione “, scrive Dr. Dominic D’Agostino, professore associato USF, scienziato IHMC, relatore TEDx e membro dell’equipaggio della NASA NEEMO 22.

È stato dimostrato che la dieta chetogenica può avere un impatto positivo sul diabete di tipo 1. UN un gruppo di rinomati istituti di ricerca internazionali ha concluso nella sua recensione critica in Nutrizione, pubblicata nel gennaio 2015:

“La restrizione dietetica di carboidrati riduce in modo affidabile la glicemia alta, non richiede perdita di peso (sebbene sia ancora meglio per la perdita di peso) e porta alla riduzione o all’eliminazione dei farmaci. Non ha mai mostrato effetti collaterali paragonabili a quelli osservati in molti farmaci “.

Recenti innovazioni della Silicon Valley

E se il medicinale disponibile fino ad oggi – con i suoi effetti collaterali, interventi e inconvenienti – non fosse in grado di fornire una soluzione sostenibile al diabete e l’industria farmaceutica non troverà presto la “pillola magica”? Cosa succederebbe se la maggioranza non volesse o non sapesse assumere la proprietà del proprio benessere per prevenire e non fosse disposta a cambiare stile di vita e abitudini alimentari per affrontare il diabete?

Alcuni tecnici hanno posto queste domande e le loro risposte hanno portato ad alcune delle idee al chiaro di luna e alle iniziative di maggior successo.

Virta , una società con sede a San Francisco, è in missione per invertire il diabete di tipo 2 in 100 milioni di persone senza farmaci o interventi chirurgici. Il modello di Virta si basa su una dieta a basso contenuto di carboidrati, ad alto contenuto di grassi e moderata di proteine ​​(sì, cheto o dieta chetogenica moderata) e un servizio di “clinica medica specialistica online” che fornisce ai suoi pazienti l’accesso a un istruttore di salute e un medico, supporto online tra pari, e informazioni e feedback continui sulla loro salute. I risultati della sperimentazione clinica di Virta dimostrano l’inversione del diabete nel 56% in sole 10 settimane.

Il suo investitore Vishal Vasishth è convinto che sia possibile invertire il diabete di tipo 2 “in modo sicuro e sostenibile, senza rischi, costi o effetti collaterali di farmaci o interventi chirurgici”.

Un’altra entusiasmante innovazione è Vien di Naveen Jain. Viome esegue un’analisi dell’intelligenza intestinale e del metabolismo e pubblica un rapporto dettagliato su ogni singolo microrganismo funzionante nell’intestino del suo cliente: non solo batteri, ma anche archaea, eucarioti e virus. Sulla base della situazione del microbioma, Viome confronta la situazione dei suoi clienti e formula raccomandazioni direttamente nell’app mobile. Questi possono includere l’assunzione di probiotici o integratori specifici, mangiare di più o di meno o eliminare alcuni prodotti della dieta – tutto tenendo conto della disponibilità e della volontà di implementare proposte di soluzioni basate su dati e AI.

Il diabete è uno dei maggiori problemi sanitari moderni e non si desidera renderlo tuo.

Quindi iniziamo la festa: mettiti alla prova, prendi un po ‘di sole, considera una “festa” chetogenica e non dimenticare di prenderti cura delle persone a cui tieni – Buona giornata!