[29 di 100] Meno maniche; Più piacevole

Questi uomini sono fantastici. Tu sei?

Il clima è stato straordinariamente caldo per l’inverno, quindi ho indossato camicie eleganti a maniche corte. Se lavorassi ancora in Giappone, verrei urlato per aver violato il protocollo. Lì, è consentito indossare camicie a maniche corte solo dopo il 1 ° luglio. Il governo ha decretato che questo è il momento esatto dell’anno in cui è opportuno eliminare l’abito formale di camicie, giacche e cravatte a maniche lunghe. Non un giorno dopo e certamente non un giorno prima.

Spargere abiti per l’estate fa parte della campagna Cool Biz (e dovrei notare che le date ufficiali della campagna sono cambiate da quando lavoravo in Giappone). La campagna ha meno a che fare con il comfort dei dipendenti rispetto a quello che consente alle aziende di risparmiare sulle bollette della CA. Il “cool” in “Cool Biz” si riferisce alla temperatura. Sicuramente non si tratta di essere fighi.

Sia in Giappone che in America, i ragazzi che indossano camicie a maniche corte vengono sempre presi in giro. Non ho mai capito questo fenomeno dato che è fantastico non dover soffrire di maniche lunghe quando fuori fa caldo. Certo, potrei indossare le maniche lunghe e arrotolarle, ma non vedo il punto. Perché non eliminare del tutto il passaggio aggiuntivo?

Il fatto che ci basiamo su camicie a maniche corte sembra arbitrario. Potresti dire che sembrano sciocchi, ma quanto si basa sul preconcetto piuttosto che sull’estetica pura? Non è stato molto tempo fa quando pensavamo che indossare parrucche in polvere fosse bello. In realtà, andrò fino al punto di dire che denigrare le camicie a maniche corte è una grande cospirazione in cui i produttori di camicie pagano le fashioniste per promuovere le maniche lunghe in modo che possano pagare di più per camicia.

Ecco perché indosso con orgoglio camicie eleganti a maniche corte. Non solo lo sto attaccando agli oligarchi che fabbricano magliette, lo sto facendo anche a mio agio. Il comfort batte la moda in qualsiasi giorno della settimana poiché il comfort è oggettivo mentre la moda è soggetta ai capricci dei creatori del gusto instabile. Entrai nell’ufficio con gli avambracci esposti e senza respiro. Quando gli stronzi sudati in camicie a maniche lunghe mi danno uno sguardo strano, rispondo loro a uno sguardo che dice: “So di essere forte. Tu sei?”